Come Emmett “Doc ” Brown inventò il flusso canalizzatore

Kellogg’s prima parte

Nella famosissima trilogia di Ritorno al futuro, la macchina del tempo DeLorean è il veicolo per viaggiare nel tempo usato da Emmett “Doc” Brown interpretato da Christopher Lloyd e Marty McFly (Michael J. Fox) per viaggiare attraverso la storia della loro cittadina, Hill Valley, una città puramente immaginaria sita nella California settentrionale.

Nel film, Doc racconta di come il 5 novembre 1955, ha concepito l’idea del flusso canalizzatore (dispositivo chiave per il viaggio nel tempo) mentre stava appendendo al muro un orologio in piedi sul water. La porcellana era bagnata e Doc scivolò, battendo la testa sul lavandino e svenendo sul colpo: non appena riprese i sensi, ebbe una visione, un’immagine scolpita nella testa, un’immagine del flusso canalizzatore. Quando Doc mostra a Marty il congegno nel 1985, racconta che gli ci sono voluti 30 anni e tutto il suo patrimonio per realizzare l’invenzione.

Analoga per alcune situazioni è la storia che stò per raccontarti. Ambientata in una cittadina del Michigan nel tardo XIX secolo, ha come protagonisti due fratelli facenti parte del movimento religioso cristiano avventisti del settimo giorno ( fondata nel 1863 ), con l’unica variante di essere vera.

Gli Stati Uniti sono stati e sono i percursori di molte “mode” adottate poi dal mondo intero o comunque in buona parte di esso ==> fanno da tester. Fortunatamente ci mettiamo un pò ad”adottare” certe mode e farle nostre facendole rientrare nelle nostre abitudini. Sfortunatamente non abbiamo un filtro in entrata e/o le maglie sono molto ma molto larghe.

Questa volta i nostri “cuGGini AmmeRRicani” l’hanno fatta grossa.

Cominciamo dalla fine Tazza di latte con i corn flakes da oltre 100 anni è un grande classico per colazioni e spuntini. Prodotto che si trova avunque nel mondo, pochi sanno che i cereali Kellogg’s furono “inventati” come espediente/soluzione all’impedimento della masturbazione.

Come impedire quindi alle persone di praticare la masturbazione? Era convinzione degli “avventisti” => Kellogg ne era parte, che bisognava agire partendo dalla dieta:

la carne o i cibi molto saporiti, anche caffé, tabacco ed alcool, e/o cibi particolarmente nutrienti ad esempio, avrebbero potuto aumentare il desiderio sessuale. Quindi era più indicato preferire i cibi poveri, “alleati” nella purificazione del corpo e dello spirito.

Mentre lavorava al Battle Creek Sanitarium in Michigan, la “sfortuna” volle che ebbe un’illuminazione: creare dei prodotti da colazione in grado di allontanare dalla mente della persone il pensiero del sesso e del piacere “fai da te”.
JH Kellogg volle, a tutti i costi, creare un’alternativa a quel piacere. Sul finire del XIX secolo decisero di creare un pasto mattutino.

ciò che dovrebbe interessare a noi

Nel 1879 John Harvey Kellogg sposa Ella Eaton , di Alfred Center, New York. Credendo che il sesso porti malattie, soprattutto negli uomini, Kellogg è determinato a vivere una vita simile a quella di un celibe. Infatti, nonostante fossero sposati i due non dormivano nella stessa camera da letto. Anche per questo non avevano figli naturali, bensì 42 bambini adottivi. John Harvey Kellogg ci credeva a tal punto che non aveva mai consumato il matrimonio con la moglie.

Il “papà” dei corn flakes medico e ispirato da una forte fede religiosa aveva una forte avversione verso ogni atto sessuale. Più del sesso, disprezzava la masturbazione e nel suo libro “Plain Facts for Old and Young ==> Embracing the Natural History and Hygiene of Organic Life” nel capitolo sulla Castità – Vizio solitario (Unchastity => Solitary vice ), fa una lista dei 39 segnali riconoscibili in entrambi i sessi correlati al piacere auto indotto.

Addirittura crea due categorie prendendola alla lontana.

Tutto ciò che si analizza non solo per il presente post, arriva dal passato. Quello che ci ritroviamo oggi deriva dalle ricerche e/o intuizioni di qualcuno che ci ha preceduto.

Questa è parte della storia che ha dato i natali a queste convinzioni

Facciamo un po di storia =>
poche righe solo per capire un passaggio importante – state con me.

“ Nel Caucaso ci sono individui che perdono gli attributi della virilità prima della vecchiaia
=> la loro barba cade
=> i loro organi genitali si atrofizzano
=> i loro desideri amorosi scompaion
=> la loro voce diventa debole
=> il loro corpo perde forza ed energia
arrivando ad una condizione di assumere l’identità del genere opposto. Questa condizione è stata descritta anche da Erodoto e Ippocrate come “la malattia”.

Il primo afferma che tale condizione era una punizione per gli Sciti, la cui retroguardia saccheggiò il tempio di Venere ad Ascalon mentre si ritirava dalla Siria e Palestina (che gli Sciti avevano invaso). Si ritenne che la dea ne fu così adirata che fece donne dei saccheggiatori, e per di più decretò che la loro posteriorità sarebbe stata similmente colpita.

Il secondo, che questi impotenti “Anandri” (Sciti ) avevano passato troppo tempo sulla groppa dei cavalli. In tutta questa sagra di supposizioni e leggende si inserisce il Dr. Hammond che in un recente articolo consegnato davanti all’American Neurological Association, afferma che in Nuovo Messico tra gli indiani Pueblo (discendenti degli Atzechi) vi sono i “Mujerados” che significa letteralmente donna e/o femminile.

Da questo descrive due casi a cui questa descrizione è applicata, sebbene uno non abbia avuto uno sviluppo insolito della ghiandola mammaria. Uno era stato un Mujerado per 7 e l’altro per 10 anni.

Riflessione personale.
Avete presente quelle serie TV o Films dove alcuni protagonisti vengono potenziati nelle loro capacità con strani esperimenti o impianti alla Almost Human e/o Wolverine o Cap America? L’ispirazione ed emulazione arriva dal passato.

Torniamo seri==>

In ogni tribù del Pueblo era presente un Mujerado. Era una persona importante nelle cerimonie religiose delle Tribù del Pueblo che venivano condotte in gran segreto in primavera
Per “ottenere “ un Mujerado, viene selezionato un uomo forte al quale viene praticata più volte al giorno la masturbazione, cavalcare a cavallo continuamente senza sella.
Quello che si voleva ottenere con questo processo era una over stimolazione dell’organo, questo produceva perdite di liquido seminale – la nutrizione dell’organo è ostacolata quindi lo sviluppo, diventando piccolo e debole e col tempo desiderio e potenza cessano.
A questo fanno seguito il cambiamento del carattere e desiderio di vestirsi come una donna, ricoprendo ruoli femminili esattamente come gli Sciti: coraggio e virilità nessuna traccia.

Fino a qua tutto bene?

il resto è ancora meglio ma, dovrai aspettare 🙂 ==>

Second part coming soon => To be continue

Lascia un commento